venerdì , Maggio 14 2021
redmi k20 pro better than oneplus

Redmi K20 Pro stuzzica OnePlus: flagship killer 2.0

Le aziende, specie quelle che lottano in settori agguerriti come quelli dei top di gamma, non sono nuove a campagne pubblicitarie “aggressive”. Lo avevamo visto con Google ed Apple a proposito di Pixel 3a ed iPhone XS, adesso Redmi K20 Pro stuzzica OnePlus.

La scena è sempre la solita, ovvero manifesti appesi vicini ai competitor. Il modus operandi non cambia quasi mai. Con il copione così chiaro e limpido, va quindi in scena la commedia: “Starkly superior to the latest One“.

Redmi K20 Pro stuzzica quindi OnePlus 7 Pro con la frase “Nettamente superiore all’ultimo (ndr OnePlus, ovviamente)”. A conti fatti, le differenze fra i due top di gamma OnePlus e Redmi sono veramente poche, ma tutti e due promettono (e mantengono) prestazioni decisamente elevate. Persino il vice presidente di Redmi non si è astenuto dal tweettare qualche foto delle pubblicità stuzzicanti. Ma vediamo insieme quali sono le differenze principali fra i due.

Redmi K20 Pro contro OnePlus 7 Pro


Nello specifico, Redmi K20 Pro differisce per la memoria installata sul terminale, ovvero di tipo UFS 2.1 e non UFS 3.0 come su OnePlus 7 Pro. Inoltre il display di OnePlus 7 Pro ha un refresh rate di 90Hz variabile, cioè si aggiorna fino a 30 volte in più rispetto a quello di Redmi K20 Pro. Per citarne un’ultima, la fotocamera pop-up di Redmi si estende o si contrae in 0,8s circa, contro il quasi mezzo secondo di OnePlus 7 Pro.

Poca roba, veramente, se paragonassimo queste differenze al prezzo di lancio. OnePlus 7 Pro in versione da 6GB di RAM e viene commercializzato in Italia a 709€ sul sito ufficiale. Redmi K20 Pro, lo avevamo visto ieri in un nostro report, è disponibile su Ali Express a 480€ al massimo.

Quando verrà commercializzato in Italia ne conosceremo il prezzo ufficiale, ma fino a quel momento possiamo solo aspettare. Vi ricordiamo che, se voleste acquistarlo su Ali Express, state bene attenti perché potrebbe non funzionare al connettività LTE.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …