mercoledì , Novembre 25 2020
redmi k30 pro con snapdragon 865

Redmi K30 Pro con Snapdragon 865, niente MediaTek

Onestamente, senza nessuna offesa per la taiwanese, ma posso tirare un sospiro di sollievo almeno in parte. Se da una parte arriva un doppio tweet di Sudhanshu Ambhore a proposito del SoC del prossimo top di gamma Redmi, dall’altro anche la conferma da Digital Chat Station. Tutti e due, noti il primo su Twitter, l’altro su Weibo (il Reddit cinese, per intenderci) puntano il dito alla stessa configurazione hardware. Redmi K30 Pro arriverà a Marzo 2020 con Snapdragon 865, e non MediaTek Dimensity 1000.

Qui sopra potete vedere il tweet di Sudhanshu, mentre qui sotto il post di Digital Chat Station. Il leaker, senza tanti commenti, conferma che Redmi K30 Pro arriverà con Snapdragon 865 e modem X55 5G. Purtroppo, però e come sempre in questi casi, cerchiamo di prendere tutto con la dovuta cautela.

Se da un lato fa estremamente piacere che il nuovo SoC californiano sia già il piatto forte di molti produttori, dall’altro si scongiurerebbe quella chiusura che ha contraddistinto MediaTek. Qualcomm, come sappiamo bene, è sempre stata molto aperta alle comunità intorno ad ogni smartphone. Se Redmi K30 Pro prendesse la strada giusta, ovvero quella di fornire prestazioni elevate come il predecessore, ad un prezzo contenuto allora l’hype è ampiamente giustificabile.

Staremo a vedere, del resto di qui a Marzo 2020 potrebbero cambiare tante cose. Se qualcosa si muoverà in questo senso, ve lo faremo sapere prima possibile. I leaker, ve lo ricordiamo, sono abbastanza attendibili. Ma guai a fidarsi troppo in questi casi. Solo una fonte ufficiale potrebbe confermare o smentire l’arrivo di Redmi K30 Pro con Snapdragon 865. Incrociamo le dita.

Come al solito, aspettiamo il vostro parere sia qui sotto all’interno del box dei commenti che sulla nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …