giovedì , Novembre 26 2020

Redmi Note 8T prezzo e specifiche avvistati in rete

Fra Xiaomi e Redmi, la moltitudine di smartphone da lanciare fa perdere ormai il conto. Ieri abbiamo visto insieme che Xiaomi Mi Note 10 e Note 10 Pro hanno ottenuto due certificazioni rispettivamente NBTC e EEC. Un sito, in Romania, ha messo a listino Redmi Note 8T con tanto di specifiche tecniche e prezzo.

Il tweet di Mukul Sharma, come potete vedere, mostra Redmi Note 8T venduto al prezzo di 1.149 Lei (cioè circa 250€ al cambio) e con le principali specifiche tecniche. A bordo del prossimo terminale di Redmi dovremmo trovare:

  • Display IPS da 6,3 pollici Full HD+ con risoluzione pari a 2340×1080 pixel
  • Processore Qualcomm Snapdragon 730G o Snapdragon 665
  • GPU Adreno 618 o Adreno 610
  • Memoria RAM pari a 4GB
  • Memoria interna pari a 64GB (espandibile con microSD fino a 256GB)
  • Fotocamera posteriore quadrupla
    • Sensore principale da 48MP
    • Grandangolare da 8MP
    • 2+2MP
  • Fotocamera anteriore da 13MP
  • Batteria da 4.000mAh con supporto alla ricarica rapida
  • Android 9 Pie al lancio

Redmi Note 8T fra specifiche tecniche e sovraffollamento della fascia media

redmi note 8t

So che molti hanno apprezzato il fatto che Redmi, come Xiaomi le ha ben insegnato, stia producendo molti smartphone, buoni ed economici. Ma il sovraffollamento è dietro l’angolo, Redmi Note 8T è l’ennesimo terminale di fascia media, con buone specifiche tecniche e prezzo abbastanza contenuto.

Si vocifera in rete che la presentazione sia stata fissata (in modo non ufficiale) per il 29 Novembre. Non possiamo confermare né le specifiche tecniche, né il prezzo e nemmeno la presentazione. Comunque sia, il sito romeno sembra attendibile, ma prendiamo tutto come al solito con un granello di scetticismo.

Nelle prossime settimane, con molta probabilità, ne sapremo di più ed a quel punto potremo capire se tutto ciò corrisponde al vero o meno. Rimaniamo in paziente attesa, ma nel frattempo fateci sapere che ne pensate.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …