martedì , Novembre 24 2020

Samsung Exynos 990, il nuovo SoC con 5G integrato

Se quest’anno vi è sembrato goloso, l’anno prossimo potrebbe causare crisi ipoglicemiche a base di tecnologia. Samsung, infatti, al Tech Day 2019 svoltosi a San Jose negli Stati Uniti ha svelato il suo prossimo SoC con tanto di modem 5G Integrato. Le specifiche, come potete vedere qui sotto, sono tutte incluse in una comodissima infografica. Ecco le principali caratteristiche tecniche di Samsung Exynos 990.

Samsung Exynos 990

Ma la cosa più gustosa di tutte, ovviamente, è il fatto che Samsung con Exynos 990 supporterà display con frequenza di aggiornamento fino a 120Hz. Inoltre vengono supportate ben due risoluzioni superiori al 4K, cioè una fino a WQUXGA (ovvero pari a 3840×2400 pixel) e l’altra 4K+ (4096×2160 pixel). Il supporto alle memorie RAM, inoltre, passa alla nuova generazione, con banchi del tipo LPDDR5.

Amanti delle fotografie avrete un 2020 particolarmente goloso che vi attende, in quanto il supporto per sensore singolo alza l’asticella fino ad un massimo di 108MP. In grado di gestire anche due sensori ottici simultaneamente da 24,8MP, il nuovissimo SoC Samsung Exynos 990 registrerà video in 8K fino a 30fps. Se a casa avete un televisore 4K, potreste comunque scalare la registrazione dei video per quella risoluzione incrementando, dall’altro lato, gli fps massimo fino a ben 120.


Samsung Exynos 990 con modem 5G Exynos 5123 integrato

Il 2020 sarà ovviamente l’anno in cui arriveranno sempre più smartphone, non solo top di gamma, con il supporto alla nuova rete di quinta generazione. Samsung, sempre durante lo stesso evento, oltre ad Exynos 990 ha svelato anche il modem 5G Exynos 5123. Il modem integrato nel SoC, oltre ad ottimizzare i consumi, offrirà prestazioni da capogiro. Si parla di ben 5,1 Gigabit al secondo nelle reti a 6Ghz, e ben 7,35Gigabit in downstream in quelle mmWave.

Samsung, quindi, si è messa a lavoro e molto probabilmente con il prossimo anno la potremo vedere osare un po’ in più. Almeno, sul fronte hardware, versante sul quale in questi ultimi anni si è dimostrata leggermente conservativa. Chissà quale sarà il prossimo top di gamma a beneficiare di queste novità? Avete un’idea? Che ne dite di condividerla con noi usando il box dei commenti qui sotto. Chi ha detto Galaxy S11?

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …