giovedì , Novembre 26 2020
Android Q Samsung Galaxy

Samsung Galaxy e Android Q: quali terminali potrebbero riceverlo

Dopo poche ore dalla presentazione ufficiale di Android Q e delle sue tantissime nuove funzionalità, la domanda che nasce spontanea è: quale terminale riceverà l’aggiornamento alla decima versione del robottino verde? Soprattutto per i terminali Samsung Galaxy, quali riceveranno Android Q?

Rispondere ora è come lanciare un pallone ad occhi chiusi e di spalle, pensando di fare canestro dal centro campo. Eppure qualcosa si può speculare con buona approssimazione. Fra i terminali lanciati l’anno scorso e quelli nel 2019, tra i Samsung Galaxy che riceveranno Android Q potrebbero essercene diversi. I candidati per eccellenza dovrebbero essere:

  • Samsung Galaxy S10e, S10 ed S10+
  • Samsung Galaxy S9 ed S9+
  • Samsung Galaxy Note 9
  • Samsung Galaxy A9, A7, A6 ed A6+
  • Samsung Galaxy A80, A70, A50, A40, A20e
  • Samsung Galaxy J6 e J6 Plus
  • Samsung Galaxy Tab S4
  • Samsung Galaxy Tab A (linea di prodotti 2019 e 2018)

Nella lista mancano Samsung Galaxy Note 10, di cui ancora non c’è stata nemmeno la presentazione ufficiale, e Galaxy Fold la cui data di presentazione è stata posticipata in modo indeterminato.

I dispositivi su cui siamo pronti a scommettere, ovviamente, sono i top di gamma sia della serie Galaxy S che Galaxy Note 9. Ma anche se questi sono indiscutibilmente i principali Samsung Galaxy destinati a ricevere Android Q, non possiamo che aspettare comunicazioni ufficiali.

Nel caso di aggiornamenti, purtroppo, non è uso degli OEM annunciarli ma è successo che ne fosse stata data comunicazione. Pazienza e stringiamo i denti, la carne sul fuoco è tanta ed il profumo lo si sente a distanze notevoli. Forza Samsung, hai dato sempre prova di seguire i terminali commercializzati con passione e dedizione!

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …