sabato , Ottobre 31 2020

Samsung Galaxy Fold, arriva la data ufficiale

Dopo tanti rumor, avvistamenti speculazioni e speranze infrante, ecco che arriva la comunicazione ufficiale. Ci voleva e Samsung ha giustamente ringraziato i fan della serie Galaxy per la pazienza. Come vi avevamo detto, le soluzioni sono state due, una per la pellicola protettiva dello schermo e l’altra una quasi completa reingegnerizzazione della cerniera. Vediamo insieme, quindi, Galaxy Fold e la comunicazione che ha fornito Samsung alla stampa, così come la data di lancio ufficiale.

The top protective layer of the Infinity Flex Display has been extended beyond the bezel, making it apparent that it is an integral part of the display structure and not meant to be removed.

Prima di tutto Samsung ha confermato che hanno esteso la pellicola protettiva, in modo tale da incastrarla sotto la cornice. In questo modo, non sarà possibile o quanto meno facile rimuoverla. Farlo, significherebbe danneggiare il display in modo permanente.

Galaxy Fold features additional reinforcements to better protect the device from external particles while maintaining its signature foldable experience:

The top and bottom of the hinge area have been strengthened with newly added protection caps.

Additional metal layers underneath the Infinity Flex Display have been included to reinforce the protection of the display.

The space between the hinge and body of Galaxy Fold has been reduced.

Samsung Galaxy Fold prima della data ufficiale, la cerniera è stata significativamente modificata

Per la protezione, invece dalle particelle solide che potevano entrare in fase di apertura e chiusura del terminale, Samsung ha ridisegnato la cerniera. Lo avevamo visto ieri in questo nostro articolo, ma la spiegazione ufficiale aggiunge molte più informazioni.

La parte superiore ed inferiore della cerniera interna è confermata con quella tacca che vediamo nella foto qui sopra. Servirà per tenere ferma la pellicola al display, ma al di sotto c’è la maggior parte del lavoro che non possiamo vedere.

Le due cerniere sono state avvicinate al corpo del terminale, restringendo di poco la loro distanza ma quanto basta a stabilizzare di più l’apertura e la chiusura del terminale. Inoltre nella parte inferiore del display, sono stati aggiunti ulteriori strati di metallo per proteggerlo.

Samsung, come sappiamo, insieme ad altri pochi produttori si sta spingendo in un segmento completamente nuovo. Futuristico, sicuramente, ma sono solo in tre le aziende ad pronti terminali pieghevoli. Samsung, Huawei con Mate X e Royole con il suo Flexipai. Per Samsung Galaxy Fold, la data ufficiale è prevista per Settembre, come per Hauwei Mate X. Non è da escludere che nelle prossime settimane potremmo avere informazioni più precise da illustrarvi.

Royole Flexipai è acquistabile, ma se andaste sul sito ufficiale oltre al fatto che il prezzo è economico (be’, 1.000€ circa in meno agli altri due), ma a listino di Royole è indicato come “Versione per Sviluppatori”.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …