lunedì , Novembre 23 2020
Galaxy Fold Uscita

Samsung Galaxy Fold, uscita rimandata ancora

La possibilità di vedere nel breve periodo Samsung Galaxy Fold si assottiglia, ma non è impossibile. Conosciamo i problemi iniziali che il terminale ha avuto al lancio delle sue prime unità. Ma pare che Galaxy Fold non è in uscita al momento.

Il terminale, pioniere nella sua categoria, è ancora in fase di test interno per apportare le giuste correzioni e migliorie. Samsung vuole assicurarsi che Galaxy Fold rispetti l’alto livello di qualità che i clienti si aspettano dal dispositivo nel momento dell’uscita ufficiale.

La commercializzazione, prevista per il 26 Aprile scorso, è stata posticipata e lo ricordiamo. L’attesa dietro al dispositivo è quanto mai giustificabile, trattandosi del primo smartphone foldable. Avevamo persino visto che, nell’impazienza generale, Unieuro ne aveva lo stesso pubblicato il promo.

galaxy fold uscita

Galaxy Fold, chi lo ha preordinato lo avrà prima

Com’è giusto aspettarsi, chi ha preordinato Galaxy Fold verrà ovviamente inserito in una coda di spedizione prioritaria da parte di Samsung. Ma c’è anche la possibilità che l’ordine possa essere cancellato, portando ad una conseguenza abbastanza ovvia. Per scaramanzia, evitiamo di pensare che Galaxy Fold possa essere cancellato. Comunque, per chi lo ha preordinato, SamMobile ricorda che entro il 31 Maggio l’ordine verrà cancellato in automatico se né Samsung né il cliente stesso agiranno sul preordine effettuato.

Allo stato in cui si trovano le cose, Samsung non schiude il silenzio e per il momento si limita a comunicare che verranno fornite informazioni di spedizione più dettagliate nelle prossime settimane.

Noi, come al solito, staremo a vedere e nel frattempo non possiamo che sostenere Samsung. Galaxy Fold non è in uscita al momento, ma il segmento che insieme a Huawei Mate X andranno a creare è per noi motivo di picchi glicemici. In bocca al lupo, Samsung.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …