sabato , Dicembre 5 2020
galaxy note 10 novità tasti fisici jack audio

Samsung Galaxy Note 10 senza tasti fisici né jack audio

Nelle scorse settimane abbiamo potuto parlarvi di alcune informazioni abbastanza interessanti sul nuovo phablet coreano. Batteria capiente, ricarica fino a 50W elayout delle fotocamere in verticale, adesso emerge un report di Android Police: Samsung Galaxy Note 10 senza jack audio né tasti fisici.

Ancora non ci sono conferme e prendiamo queste informazioni come un rumor, piuttosto che un’informazione attendibile. Nonostante Ice Universe si sia espresso più volte sul design ed i cambiamenti che ci potrebbero essere a tal proposito, stiamo attenti.

Per i tasti fisici, sembra che la coreana voglia inserire o delle aree sensibili alla pressione o forse che siano zone capacitive. In pratica, cambierebbe la forma ma non il funzionamento. Staremo a vedere su questo fronte, non sembra male la cosa ma tutto dipende da come sarà in effetti.

Per quanto riguarda il jack da 3,5mm, finora Samsung non l’ha mai rimosso dai suoi dispositivi, o almeno così ricordiamo noi. Se dovesse accadere, Galaxy Note 10 sarebbe il primo senza jack audio né, quindi, tasti fisici.

Tutto, al momento, non è supportato da nessuna fonte ufficiale, quindi prendiamo con la giusta dose di scetticismo. Non appena avremo informazioni concrete, magari da Ice Universe (anche se di solito tende ad essere o troppo esplicito, o troppo criptico). Nel frattempo, visto che siamo in campo speculativo, voi che ne pensate? Come lo vedete un Galaxy Note 10 senza tasti fisici? E senza jack da 3,5mm?

Staremo a vedere, di sicuro quando Ice Universe ha detto “Da Vinci’s Two biggest changes” a qualcosa di ben preciso si sarà riferito di certo. Potrebbe darsi che siano proprio i tasti fisici ed il jack audio.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …