domenica , Novembre 29 2020
Galaxy S11: Picasso codename

Samsung Galaxy S11: Picasso sarà il nome in codice

Chiamiamolo “Code Name”, “Model Name” o semplicemente nome in codice, ma pare che Ice Universe abbia deciso di iniziare a far parlare del prossimo top di gamma coreano. Mancano ancora svariati mesi prima di vedere l’undicesimo membro della dinastia Galaxy S, ma da poso sappiamo che Galaxy S11 potrebbe chiamarsi Picasso come nome in codice.

Benché sia troppo presto per iniziare ad avere informazioni, leak o notizie vere e proprie, sappiamo comunque che Ice Universe è abbastanza attendibile. La sua attendibilità, non per altro, è dovuta al fatto che è un insider in Samsung, quindi le informazioni che divulga hanno origini intestine.

Galaxy S11, come dice Ice Universe, ha come nome in codice Picasso. O almeno così lo chiameranno al dipartimento di R&D di Samsung (Ricerca e Sviluppo). Le voci di corridoio che giustificano questo nome, parlano principalmente di design.

Potrebbe darsi che Galaxy S11 possa rappresentare una svolta, un cambiamento stilistico nelle scelte di design di Samsung a proposito del suo prossimo top di gamma. Altrimenti perché coinvolgere il nome dell’artista spagnolo?

Picasso, pittore, scultore e litografo, ha riscosso uno straordinario successo mondiale, ma soprattutto dopo la sua morte. Ora, non vorremo “gufare”, ma non sarebbe il caso di riflettere prima su certi nomi in codice? Non per cosa, ma se del ricordo di Galaxy Note 7 ne rimane soltanto l’ombra, è ancora fresco invece quello di Galaxy Fold di cui ancora non si ha una data di presentazione.

Rispettando in modo uguale sia l’importanza artistica e storica di Pablo Picasso, che le scelte di Samsung, al momento non si sa altro. Oltre ad essere presto, sappiamo che Samsung è impegnata nella progettazione e produzione di Galaxy Note 10. Ma una domanda un po’ speculativa vorremo porcela: Samsung Galaxy S11 sarà il primo smartphone con il sensore ISOCELL Bright GW1? Pazienza, tanta pazienza perché ancora mancano un po’ di mesi. Aspettiamo con calma, anche perché si preannuncia un’estate molto calda, fra terminali in uscita e rumor su quelli a venire la carne che verrà messa al fuoco è davvero tanta.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …