mercoledì , Novembre 13 2019
Home / Notizie / Samsung Galaxy S11e con batteria da 4.000mAh
Samsung Galaxy S11 rumor

Samsung Galaxy S11e con batteria da 4.000mAh

Un po’ per volta, vengono svelati su Twitter i dettagli dei nuovi top di gamma. A proposito di Galaxy S11e, Ice Universe ha condiviso la foto della batteria che Samsung installerà sulla versione compatta del top di gamma. Inoltre, l’insider s’è spinto oltre svelando alcuni dettagli progettuali, pur rimanendo nel vago.

Su Galaxy S11e, la batteria non sarà allungata come sulla precedente generazione. In particolare se i due lati che vediamo nella foto condivisa da Ice Universe sono più corti, pare che potrebbe essere un po’ più spessa. Nel dettaglio non si vede, ma per ottenere una capacità di 4.000mAh circa, Samsung potrebbe optare per un layout delle celle interne differente.

Inoltre, sempre in tema di batteria, ma in modo collaterale: Samsung potrebbe aver adottato un differente schema di progettazione persino per la scheda madre del terminale.


Samsung Galaxy S11e con display a 90Hz? Connessione 5G? Primi rumor

Samsung Galaxy S11e (al momento ci si riferirà a questa variante, adottando la linea di nomenclatura del predecessore) potrebbe quindi offrire maggiore autonomia. Questo perché, secondo una nostra mera speculazione, potrebbe darsi che il terminale possa arrivare sul mercato con qualche caratteristica in più. Potrebbe avere un display con refresh rate superiore ai 60Hz. Potrebbe darsi che arrivi con connessione 5G. O tutti e due.

Purtroppo prima delle prossime settimane, o mesi, non ne sapremo di più. Al momento, le tempistiche di fuoriuscita delle informazioni sono in accordo con quanto successo un po’ per tutti i Galaxy S e Note. Pazienza, ma come al solito vi ricordiamo che potete commentare la notizia qui sotto o fare una visita alla nostra pagina Facebook.

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!