venerdì , Maggio 7 2021
xiaomi mi 9t italia

Xiaomi Mi9 T ufficiale dal 12 Giugno

Redmi ha presentato ufficialmente il 28 Maggio il suo primo top di gamma, K20 Pro. Proprio alcune ore fa, invece, l’azienda madre ha annunciato su Twitter che Xiaomi Mi 9T ha una data di lancio: sarà, infatti, ufficialmente svelato il 12 Giugno. E la confusione aumenta, grazie Xiaomi.

Cerchiamo, quindi, di fare un attimo il punto della situazione perché altrimenti annegheremmo in un mare di informazioni, apparentemente tutte discordanti. Abbiamo visto qualche giorno fa che la variante “Redmi” risulta essere identica, sia esteticamente che internamente, al prossimo Xiaomi Mi 9T Pro. Non solo, installando la versione globale della MIUI su Redmi K20 Pro, il nome diveniva Xiaomi Mi 9T Pro.

Ricapitolando, per Xiaomi Mi 9T (e quindi forse anche per la variante Pro) abbiamo la data ufficiale di lancio, ma non sappiamo dove avverrà. Se in Cina, se a Londra, se sulla luna o sarà una presentazione in streaming su YouTube o cos’altro. Ma dove arriverà uno o l’altro, ancora non è chiaro.


E’ assodato che in Cina Redmi venderà il proprio top di gamma. Probabilmente, ma non ne abbiamo conferma, l’espatrio di Redmi K20 Pro non è previsto per tutte le nazioni a livello globale. Sebbene sia candidato ad arrivare in India (lo abbiamo visto proprio oggi in questo nostro articolo), non ci sono ancora conferme per l’Italia o più in genere per l’Europa.

Xiaomi, quindi, potrebbe prendere il controllo dalla situazione, vendendo il rebrand di Redmi K20 Pro nei paesi in cui il lancio non avverrà. Non avendo informazioni precise, purtroppo, non sapremo nulla di concreto finché la cinese non farà chiarezza.

Ma al momento, nonostante sia una pura speculazione, sembra comunque l’ipotesi più plausibile. Che ne pensate voi? Avete formulato, a tal proposito, un’opinione? Condividetela con noi usando il box dei commenti qui sotto.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …