sabato , Dicembre 5 2020

YouTube Gaming: chiude l’app ufficiale dal 30 Maggio

YouTube Gaming chiude, o almeno viene rimossa la sua applicazione ufficiale. Tutto questo stato annunciato lo scorso settembre e, come ben sappiamo, fa parte del processo pianificato di Google di integrare le varie applicazioni di YouTube nel sito principale.

Tutti gli appassionati di videogiochi, come ben sapete, seguono questo o quell’altro streamer per vedere un gioco specifico, prima di acquistarlo per esempio. In altri casi, perché vogliono vedere la bravura di un giocatore di Fortnite, piuttosto che rimanere in compagnia perché chi conduce lo streaming ha una particolare simpatia.

Insomma, se per uno dei motivi elencati qui sopra o per altri vi siete trovati a supportare uno streamer, magari acquistando una sottoscrizione, sappiate che dovrete usare YouTube “normale”. Non è di certo una rovina, ma un cambiamento che alla fine non impatta più di tanto. Google, sulla pagina del supporto, ha comunicato quanto segue:

L’applicazione di YouTube Gaming scomparirà a partire dal 30 Maggio 2019, ma troverete tutti i vostri giochi preferiti nell’applicazione principale di YouTube all’indirizzo www.youtube.com/gaming

Del resto tutto questo era nell’aria, come detto in apertura di articolo. L’ultimo passo dell’integrazione con YouTube dei vari servizi che sono stati già integrati nella piattaforma principale era proprio questo. Bene, meglio così Google. Anche l’applicazione ufficiale di YouTube Gaming chiude.

Fonte

Informazioni su Nazareno Pisani

Appassionato di tecnologia, informatica ed anche videogiochi. Durante gli studi universitari mi sono imbattuto in OpenSUSE, la mia prima distribuzione GNU/Linux. Usata per parecchi anni, mi sono trasferito su Ubuntu, Debian e alla fine Linux Mint. Ma da quando ho saputo che Google avrebbe rilasciato il suo OS per smartphone basato sul kernel Linux, è stato amore a prima vista!

Potrebbe interessarti

poco logo

POCO F2 Pro teardown analitico da JRE

Quando si parla di un terminale economico, si pensa spesso ad uno smartphone che ci …